Categoria Articolo

"MERCATO DELLE IDEE" AL CENTRO AGGREGAZIONE GIOVANILE


Postato Redazione il nella categoria Archivio 2011 - 2019

"Mercato delle idee". Questo il nome dato alla "rete" tra il Comune di Soveria Mannelli, l'istituto comprensivo "Rodari", l'istituto di istruzione superiore "Costanzo, il laboratorio teatrale "Il piccolo", l'associazione culturale "I commedianti", il Centro studi Uilt(unione italiana libero teatro) con l'obiettivo di progettare e realizzare attività volte alla prevenzione del disagio giovanile e nel contempo a definire le attività del Centro di aggregazione giovanile inaugurato il 22 dicembre scorso a Soveria Mannelli nei locali abbandonati dell'ex mercato coperto.

L'accordo proposto dal sindaco, Giuseppe Pascuzzi, ai dirigenti scolastici Margherita Primavera e Antonio Caligiuri, e a Gino Capolupo, si prefigge lo scopo di consentire agli adolescenti ed ai preadolescenti di usufruire di adeguate possibilità di formazione, di informazione, di occupazione del tempo libero, di crescita culturale e sociale, aiutandoli a dare significato ad ogni relazione che li coinvolge, facendo riferimento ad un sistema di valori condivisi. Inoltre, è prevista anche la creazione per i ragazzi occasioni di aggregazione attorno a tematiche e attività sane e nel contempo a mantenere le distanze da culture devianti che potrebbero far breccia in situazioni di potenziale vuoto culturale e valoriale. Da qui la possibilità di stabilire alleanze educative tra comune, scuola, famiglia, oratori,società sportive, istituzioni e associazioni: coinvolgere, nel percorso formativo, minori, famiglie e adulti, a partire dalla scuola dell'infanzia;condividererisorse, competenze e materiali.

A questo scopo il Comune di Soveria Mannelli mette a disposizione della "rete" l'immobile sede del centro di aggregazione govanile "Il Centro al Centro", ivi comprese le attrezzature tecnologiche e gli arredi, e si impegna a sostenere le spese di gestione quali riscaldamento e collegamento internet, oltre che ad effettuare il servizio di trasposto, su richiesta, degli studenti presso il Centro per lo svolgimento delle attività curriculari ed extracurriculari durante l'orario scolastico.

Altro impegno da parte dall'Esecutivo Pascuzzi è quello di spostare la biblioteca comunale nei locali del Centro e, laddove vi sia la necessaria disponibilità finanziaria, a coprire le spese delle licenze delle proiezioni cinematografiche eventualmente programmate durante ogni anno di attività. Impegnandosi, contestualmente, ad intercettare ulteriori fonti di finanziamento per poter attrezzare l'area esterna e per finanziare le attività.

La grande apertura mentale e lungimiranza dei dirigenti scolastici Margherita Primavera e Antonio Caligiuri, fin da subito favorevoli all'accordo di rete, consentirà di realizzare presso il Centro di aggregazione giovanile attività aggiuntive ed integrative già previste nel Piano dell'offerta formativa e progetti polarizzati all'arricchimento del medesimo, riservando comunque, in seno alle attività istituzionali di progettazione curriculare ed extracurriculare adeguata attenzione all'utilizzo della struttura. Potranno altresì, eventualmente, essere integrati i Pof con le iniziative proposte dal Centro che siano compatibili con le metodologie didattico-formative e con i percorsi di apprendimento adottati dai rispettivi Istituti, anche al fine di svolgere, unitamente all'Ente locale ed alle Associazioni aderenti all'accordo di rete, un ruolo attivo nello sviluppo culturale del territorio.

Dal canto loro, il laboratorio teatrale "Il piccolo", con l'Associazione "I commedianti" ed il Centro studi l'Unione Italiana circoli del cinema (Uicc) si impegnano a svolgere le proprie attività associative anche presso il Centro, attivando degli specifici laboratori che potranno essere compresi dalle Istituzioni scolastiche aderenti all'accordo di rete tra le tipologie di iniziative a sostegno degli alunni, già inquadrate o da inquadrarsi nei rispettivi Pof, tra i quali: corso di dizione per giovani ed adulti; laboratori teatrali; laboratorio musicale finalizzato alla creazione di un'orchestra giovanile; laboratorio di avvio alla comprensione del linguaggio televisivo e cinematografico.

L'accordo, poi, comprenderà anche la progettazione e la gestione delle attività all'interno del centro che saranno organizzate attraverso la stesura di appositi calendari mensili, con l'obiettivo di estendere la sua operatività a tutto l'anno ed ogni singolo soggetto dell'Accordo può proporre iniziative, eventi ed attività e può sottoporre alla Rete anche proposte provenienti da soggetti terzi. Proposte che, però, devono essere approvate e compatibili con le attività istituzionali già pianificate e con quelle in corso e comunque aderenti al disciplinare d'uso ed al manifesto dei valori del Centro.

Non meno importante la possibilità di realizzare un sito Internet per la promozione del Centro e/o attivata una apposita sezione all'interno dei siti istituzionali dei soggetti parte dell'accordo.

L'Amministrazione comunale, infatti, così come evidenziato nell'accordo e come ribadito dal primo cittadino, "ha posto tra le priorità dell'azione politico-amministrativa, da un lato, la ridefinizione ed ottimizzazione degli spazi pubblici in chiave polifunzionale, in uno con la riqualificazione ed il recupero del patrimonio immobiliare in stato di abbandono, dall'altro, adeguate politiche giovanili e sociali che pongano al loro esatto epicentro l'individuo e la famiglia".

Da qui la presentazione del progetto all'interno del Pon sicurezza grazie al quale è stato realizzato il "Centro di aggregazione giovanile" attraverso la riqualificazione dell'ex area mercatale comunale in disuso.

"Questi sono solo una parte dei fatti che definiscono la nostra azione politico-amministrativa sul territorio- aggiunge Pascuzzi - e si inseriscono in una strategia molto più ampia che nei prossimi giorni sarà ulteriormente evidenziata dalla chiusura dei cantieri della ?officina della cultura e della creatività del Reventino e della digital library del Reventino'".