Categoria Articolo

"MODELLO SOVERIA": UNA FICTION DEGNA DI SORRENTINO


Postato Redazione il nella categoria Archivio 2011 - 2020

Il tedoforo Leonardo, porta con vanto, e non senza affanno, il sacro fuoco rubato agli dei: sono in pieno svolgimento a Soveria Mannelli le OLIMPIADI DELLE PANZANE (qualcuno comincia a chiamarle le "PANZANIADI") !

Ma forse accecato dal bagliore quasi divino della folgore mediatica appena scagliata, non si accorge di ciò che accade dietro le sue spalle: IL NULLA!

Bisogna però cercare di comprendere: il frastuono mediatico, le interviste, le televisioni che irrompono, i lutti cittadini proclamati per illustri sconosciuti, l'affanno della staffetta, in fondo bisogna portare la fiaccola (di Mario), quindi riconsegnarla (a Mario), senza farla spegnere, un compito arduo e ricco di insidie. Una faticaccia, peggio che lavorare in miniera, altro che l'alacre e costante lavoro negli uffici a far quadrare i conti pubblici, (tanto a quello ci pensa la Paola) o perdere tempo ad amministrare.

Non importa se nel frattempo che si consumano i giochi (le Panzaniadi), Soveria Mannelli sprofonda nei debiti e nella inconcludenza di un'azione amministrativa senza capo né coda.

Neanche a dirlo, la storia è la solita: tanto alla fine il conto lo pagheranno (ovviamente) sempre e solo i cittadini e la povera gente... povera di speranze vanificate nelle dimenticate promesse del voto, ma non povera di affanni.

Mentre i dipendenti comunali lavorano senza stipendio, gli ufficiali giudiziari bussano alla porta dei cittadini, l'acqua potabile scarseggia anche d'inverno, le scuole vengono chiuse anche senza motivo, qualcuno osa sussurrare: «mai successo con "l'altra" amministrazione», perdendo inesorabilmente il saluto degli "amici del Manno d'Oro" che presidiano i bar.

Ma scherzi a parte: c'è aria di crisi e si sospetta che sia solo la punta dell'iceberg, perché di fondo si tratta di una crisi di sistema, di idee, di competenze, che si legge negli sguardi spaesati degli amministratori, e si capisce dalle mani, che sempre meno si stringono alle loro.

Ma sì, cerchiamo di non pensarci ... meglio guardare indietro, meglio rinverdire vecchi ricordi, meglio parlare dei bei tempi andati !

A proposito, non è che per caso è proprio a causa della nostalgia dei bei tempi che furono che il MODELLO SOVERIA sembra guardare da lontano al più blasonato MODELLO REGGIO di Scopellitiana memoria !?

Non c'è che dire, nonostante a qualcuno vengano in mente "Qualunquemente" eFicarra & Picone sembra proprio una fiction degna di Sorrentino.